Come comprare la pubblicità su ILU
visita la pagina ufficiale
InLiberaUscita

Prefettura di Roma, l’incontro sollecitato da Stampa Romana sui giornalisti minacciati nel Lazio

Ci sono giornalisti minacciati o fatti oggetto di aggressioni o di querele temerarie o di “simpatiche” canzoncine anche ad Anzio e Nettuno….

bavaglio-giornaliSi è tenuto presso la Prefettura di Roma l’incontro sollecitato da Stampa Romana sul crescente e preoccupante fenomeno dei giornalisti minacciati nel Lazio, incontro che segue l’iniziativa analoga tenutasi il 9 giugno presso la Prefettura di Latina. Una delegazione, composta dal segretario di Stampa Romana, Lazzaro Pappagallo, Monica Soldano della Segreteria di Stampa Romana, Alberto Spampinato, direttore di Ossigeno per l’Informazione e Graziella Di Mambro, coordinatrice della Macroarea Articolo 21 di Stampa Romana, è stata ricevuta dalla dottoressa Raffaella Moscarella, dirigente dell’Area per l’ordine e la sicurezza pubblica, e dal dottor Giovanni Borrelli, dello staff del Gabinetto del Prefetto di Roma, Paola Basilone. Nel corso dell’incontro sono stati condivisi i dati sulle minacce ai giornalisti del Lazio con specifico riferimento ad episodi recentissimi avvenuti a Roma. Tutte le parti hanno ribadito la necessità di garantire la praticabilità della professione giornalistica nel Lazio e, in primis, la libertà di stampa. ASR e Ossigeno hanno chiesto di trovare formule di racconto delle rispettive necessità per attivare spazi di collaborazione istituzionale. I dirigenti della Prefettura hanno confermato l’attenzione alle esigenze dei cronisti innalzata dopo i fatti parigini di Charlie Hebdo. Hanno, inoltre, sottolineato che le attività giornalistiche svolte in contesti ambientali difficili possono essere condotte in condizioni di maggiore sicurezza, informando tempestivamente i presidi delle forze dell’ordine sul territorio, a cui anche l’invio di dati aggregati sul fenomeno o di specifiche segnalazioni può contribuire a completare il quadro di un fenomeno, che desta preoccupazione, ma che è anche il frutto di un contesto politico-culturale “imbarbarito” che necessita di uno sforzo in più: di un dialogo costante e di iniziative pubbliche, ove possibile, partecipate e aperte a tutti gli attori istituzionali interessati. Per Asr questa riunione rappresenta un tassello ulteriore verso la difesa dei diritti dei giornalisti di Roma e del Lazio nell’esercizio della professione in sicurezza e nella consapevolezza che anche le massime istituzioni condividono le difficoltà di questo particolare momento del resoconto della cronaca nella regione Lazio.

 

Condividi questo articolo:

Share to Google Buzz
Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki
Share to Yandex

Articoli Correlati:

Tra scandali e ruberie cala il sipario sul governo alla Regione Lazio di Renata Polverini
Aprilia. Centrosinistra: "Canoni concordati per alleviare le difficoltà abitative di giovani co...
Nettuno - Di Senso replica a Verdolino: "Possiamo fare un buon lavoro per la città"
Ardea, Comune incontra demanio su area Salzare
Selva Dei Pini, una nuova area fitness immersa nel verde per i cittadini
Anzio aderisce al Giorno del Dono. Nuovi giochi dalla famiglia di Giulio Parente

avatar Scritto da il giu 20 2017. Registrato sotto Politica, Prima Pagina. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. Puoi lasciare un commento o seguire la discussione

Devi essere collegato per poter lasciare il tuo commento Collegati

Galleria fotografica

Accedi | webmaster