Come comprare la pubblicità su ILU
visita la pagina ufficiale
InLiberaUscita

Permettetemi una riflessione… Non abbiamo più contatti

di Menuccia Nardi

social-media-1432985_960_720-fileminimizerAvete presente la canzone L’esercito del selfie? Immagino di sì, ormai in radio passa spesso. Qualche giorno fa l’ascoltavo anch’io (e anche nei giorni seguenti a dire il vero). All’inizio la mettevo su per il ritmo e la trovavo simpatica, ma risentendola più volte devo dire che, al di là del tono apparentemente leggero, dice una verità innegabile. Lo pensavo mentre la canticchiavo tra me e me (sì, mi capita, lo ammetto, canto da sola, e mi parlo anche da sola, a volte, se proprio ci tenete a saperlo: il guaio è che le domande che mi faccio sono sempre le mie e poi non so che rispondermi!).

Comunque, torniamo a noi, come fa la canzone? Ah sì “[…]ma non abbiamo più contatti, soltanto like a un altro post”. Quanto è vero da 1 a 10? Siamo capaci di inviare messaggi multipli su WhatsApp o postare foto più volte al giorno su Instagram e Facebook, ma poi se dobbiamo fare una telefonata ad un amico rimandiamo all’infinito – «lo chiamo appena torno», «anzi stasera dopo cena» e poi finisce sempre «va be’, gli mando un messaggio». Abbiamo seri problemi, è ufficiale. O quanto meno un problema di comunicazione. O forse è la comunicazione ad essere cambiata, e noi con lei. Intendiamoci, non ho nulla contro i social, che io per prima utilizzo in quantità industriali e che sicuramente per molti versi semplificano la vita e ottimizzano i tempi (scrivo la lista della spesa a mio marito su WhatsApp mentre sto camminando, e posto una foto su Instagram tra una camicia da stirare e la lavatrice da stendere). Comodo, rapido e indolore, non c’è dubbio. Ma il contatto umano? Basta una faccina che ride per dirmi realmente lo stato d’animo di chi mi risponde? Forse vorremmo che fosse così, ma in coscienza sappiamo che non è. Sappiamo che Tizio e Sempronio riducono un pensiero ad un’emoticon per le stesse ragioni per cui noi inviamo un messaggio anziché fare una telefonata.

E poi è preferibile scrivere, lo sappiamo: ti consente di esprimerti al meglio, di non essere interrotto, di correggerti se sbagli, lo dico da sempre. E va benissimo, almeno fino a quando una persona non ti manca sul serio, non ti manca “in carne ed ossa”… dice così, vero? Ne riparleremo

Condividi questo articolo:

Share to Google Buzz
Share to Google Plus
Share to LiveJournal
Share to MyWorld
Share to Odnoklassniki
Share to Yandex

Articoli Correlati:

Nettuno- Corte dei conti "Rendiconto 2009 del Comune da rifare entro 30 giorni"
Anzio- Tontini garantisce l’assise. “Totale dissenso” per il consigliere 5Stelle
Anzio- L'opposizione occupa il consiglio comunale
Nettuno - Discarica in zona Zucchetti, i residenti mettono le telecamere in strada
Lavori in corso, via dei Zucchetti e Cioccati senz'acqua stamattina
Sconti per il rilancio del commercio, ecco i negozi che aderiscono a Lavinio

avatar Scritto da il ago 7 2017. Registrato sotto Prima Pagina, Rubriche. Puoi seguire la discussione attraverso RSS 2.0. I commenti sono terminati ma puoi seguirli dal tuo proprio sito.

Commenti terminati

Galleria fotografica

Accedi | webmaster