11/05/2021
Bagno per disabili: ecco cosa devi sapere

Bagno per disabili: ecco cosa devi sapere

Progettare un bagno per disabili non è semplice. Non solo deve rispettare le norme di legge ma deve anche essere privo delle barriere architettoniche che impedirebbero alla persona diversamente abile di potervi accedere in totale sicurezza ed autonomia. Esistono per fortuna delle soluzioni molto pratiche, e non troppo costose, per realizzare un bagno per disabili funzionale e anche esteticamente bello. Bisogna prestare attenzione alla scelta dei sanitari, ed in particolar modo alla scelta della vasca da bagno. Vediamo insieme quali sono le cose da sapere per realizzare un bagno per disabili.

Bagno per disabili: la normativa

Prima di iniziare a parlare di soluzioni di arredo bisogna dare una rapida occhiata a quanto previsto dalla legge. Innanzitutto bisogna distinguere tra bagno per disabili di una casa privata oppure quello destinato ad un locale aperto al pubblico. In questo secondo caso, ovviamente, le regole sono più complesse in quanto si tratta di un luogo dove devono accedere numerose persone e devono essere osservate in primo luogo le norme sulla sicurezza (bisogna fare molta attenzione perché la responsabilità civile, ma anche penale, in caso di incidente ricade sul titolare dell’attività di pubblico accesso). In ambito domestico, invece, oltre alla sicurezza la parola d’ordine dovrebbe essere autonomia: la persona disabile dovrebbe essere in grado di utilizzare il bagno senza bisogno di aiuto da parte di altre persone. Partiamo dalle dimensioni. La normativa prevede che nella progettazione di un bagno per disabili vengano rispettate le seguenti misure minime: 180 cm x 180 cm e, davanti ad ogni sanitario, deve esserci uno spazio di almeno 55 cm. Accanto ad ogni sanitario devono esserci dei corrimano, posizionati ad altezze specifiche (di solito ad 80 cm dal pavimento) per essere afferrati da chi si trova su una sedia a rotelle. Questi corrimano sono molto importanti perché rappresentano un sistema di protezione, per questo (oltre al rispetto delle regole su distanze ed altezze) devono essere fissati in modo saldo alla parete. E’ opportuno ricordarsi di controllare periodicamente la solidità dei corrimano e intervenire non appena si avverte un segno di cedimento. Deve anche essere presente un sistema di allarme, ovvero un campanello a cordoncino facile da raggiungere, sistemato vicino al wc (o vicino alla vasca da bagno in un bagno domestico).

I sanitari nel bagno per disabili

I sanitari nel bagno per disabili sono pensati per facilitare il passaggio dalla carrozzina al wc oppure al bidet. Per questo motivo devono avere uno spazio antistante consono per il posizionamento della carrozzina, ma anche un’altezza che la normativa prevede ad un minimo di 45 cm da terra. Inoltre il wc deve essere posto sulla parete opposta rispetto a quella dove si trova la porta di accesso al bagno. Al contrario, invece, il lavabo deve essere posto ad un’altezza inferiore rispetto a quelli tradizionali, sempre per facilitarne l’utilizzo da parte di chi si trova sulla carrozzina. Non deve avere colonne ma essere sospeso, in modo che la sedia a rotelle entri senza incontrare ostacoli. Anche dal punto di vista estetico, solitamente, vengono progettati con il bordo frontale concavo, in questo modo la persona disabile può avvicinarsi maggiormente al rubinetto e allo specchio. In genere va posizionato sulla parete opposta rispetto al wc. Riassumendo, tutto il progetto è pensato per essere di facile utilizzo, comodo e sicuro per la persona diversamente abile.

Doccia o vasca nel bagno per disabili?

Nella progettazione domestica di un bagno per disabili non bisogna dimenticare di scegliere il luogo dedicato all’igene personale, ma bisogna porsi la domanda: meglio la vasca o la doccia? La risposta è semplice: entrambe! In commercio esiste, infatti, una soluzione perfetta, ovvero la vasca da bagno con porta. Questa tipologia di vasche ha un’apertura con sportello perfetta per persone con disabilità (o con difficoltà motorie di altro tipo) perché consente l’ingresso e l’uscita dalla vasca in modo comodo. Inoltre sono estremamente sicure perché hanno un fondo antiscivolo e una seduta comoda, dove potersi rilassare e godere una doccia calda. Sono progettate senza parti in metallo e senza spigoli vivi che potrebbero causare incidenti durante l’utilizzo. Installare una vasca da bagno per disabili con porta laterale è davvero semplice e non costoso. Si tratta di prodotti sicuri perché vengono testati in modo da garantire la totale tenuta e la mancanza di perdite d’acqua. Sono inoltre personalizzabili a seconda delle esigenze specifiche di ogni singolo cliente e delle misure del bagno. Si può scegliere di installare una vasca da bagno con porta in un bagno nuovo, oppure sostituirla ad una vecchia vasca da bagno (o ad una vecchia doccia) già esistente in modo semplice: il lavoro richiede una sola giornata di lavoro. Oltre alle persone con disabilità, le vasche con sportello sono comode anche per le persone anziane che faticano ad utilizzare quelle tradizionali.