11/05/2021
Boom di cesti natalizi online nel 2020

Boom di cesti natalizi online nel 2020

Il 2020 è stato un anno particolarissimo, insolito e tutt’ora difficile da comprendere. Per cercare di ricostruirlo abbiamo pensato di focalizzarci su un aspetto molto particolare, che la dice lunga sullo status delle famiglie italiane: le feste natalizie.

Generalmente in questo momento dell’anno si registrano picchi di spesa grazie ai quali possiamo farci un’idea di cosa preferiscono gli italiani, dei loro gusti in fatto di regali, relax e, soprattutto, di cibo. Difatti con la “complicità” del lockdown le abitudini di acquisto sono cambiate per via dell’impossibilità di uscire.

È per questo che, nell’ottica di non rinunciare agli acquisti natalizi, le persone hanno riscoperto l’acquisto online soprattutto di beni alimentari di qualità. Questa è la cornice sociale ed economica in cui si colloca il boom di acquisti di cesti natalizi online nel 2020, un grosso business molto interessante da osservare.

Dallo shopping stressante al click da casa

Dopotutto l’acquisto dei regali è spesso fonte di stress perché richiede tempo, denaro e energie da concentrare quasi tutte in uno o due giornate di shopping. Negli ultimi anni l’abitudine di risolvere il tutto in una manciata di click ha abituato le persone a cercare cibo e bevande di qualità comodamente da casa, con qualche click da PC o smartphone.

Al tempo stesso i rivenditori specializzati in cesti natalizi come quelli che trovi qui hanno ampliato la propria offerta e si sono prodigati per offrire un servizio vendita accurato, celere e sicuro. Da una parte, quindi, si è concentrata una maggiore domanda mentre, dall’altra, i rivenditori online, hanno saputo cogliere l’importanza di questo momento mettendo a disposizione un servizio impeccabile.

L’alta specializzazione degli E-Commerce

Ebbene spedire alimenti non è così facile come potrebbe sembrare al consumatore perché prevede tempi di risposta celeri e particolare accortezze di conservazione per via del veloce deperimento delle merci. Infatti i cesti natalizi sono solitamente riempiti con prodotti a filiera corta, la cui data di scadenza è decisamente più veloce di quelli industriali.

Per queste ragioni i rivenditori non hanno solamente dovuto migliorare l’offerta del servizio da un punto di vista della navigazione ma anche investire maggiori risorse sulla logistica. Abbiamo vissuto una vera e propria rivoluzione dell’ecommerce che, al di là di quanto previsto agli inizi del 2020, si è verificata in pochissimo tempo e con risultati strepitosi.

Non solo lockdown

Il “merito”, quindi, non va tutto alla pandemia perché, dopotutto, questa ha diffuso un grande senso di incertezza e poca voglia di spendere da parte delle persone. Nonostante tutto i maggiori e-commerce del Paese hanno accettato una sfida che sembrava impossibile e, nel 2020, il picco di acquisti ha portato sul web ben due milioni di consumatori in più, ovvero persone che non avevano mai acquistato online prima di allora. Al tempo stesso la vendita online di generi alimentari ha vissuto una crescita impetuosa per via della nuova centralità data dalle persone all’alimentazione sana.

Condurre una vita salutare, infatti, passa soprattutto attraverso ciò che mangiamo e, quindi, i consumatori hanno sviluppato un certo interesse per ciò che è pregiato, privo di conservanti e proveniente solo da piccole realtà fidate. Non è un caso se nei cesti natalizi sono comparsi panettoni e torroni artigianali, salumi senza conservanti, conserve e bottiglie di un certo valore, prive di solfiti o aromi artificiali.

Il merito va agli e-Commerce

Le persone hanno anche sviluppato una maggiore consapevolezza verso la lettura delle etichette degli ingredienti e hanno compreso l’importanza di ridurre i consumi in favore di scelte di nutrizione più sane. Un panettone artigianale, per esempio, viene prodotto con farina, uova di categoria A, lievito madre e altri ingredienti 100% naturali: un mix molto differente rispetto a ciò che siamo abituati a trovare sugli scaffali dei discount low-cost.

Al tempo stesso gli e-commerce hanno imparato ad offrire un servizio personalizzabile, rispondendo prontamente ai dubbi del cliente e offrendogli la miglior esperienza d’acquisto senza dover sopportare code, resse o lunghe attese.

Il trend proseguirà in salita anche per il prossimo anno perché gli eCommerce hanno vinto una sfida che sembrava impossibile e, già da ora, sono a lavoro per offrire servizi sempre più efficienti e accurati.