29/11/2022
Come Abbassare la Bolletta della Luce Elettrica

Come Abbassare la Bolletta della Luce Elettrica

Secondo l’Autorità di Regolazione per Energia Reti ed Ambiente,  da inizio 2022 la bolletta della luce è destinata ad aumentare del 55%. Un salasso per le famiglie italiane. Gli aumenti sono dovuti alla crescita delle quotazioni internazionali delle materie prime ed al prezzo della CO2. Quindi, in questo momento è diventato ancora più essenziale per il consumatore, trovare le offerte elettriche migliori. Il governo sta adottando misure per ridurre il caro bolletta e il peso degli aumenti per le famiglie più povere, ma i fondi non saranno mai sufficienti per tutelare tutti gli italiani dall’aumento delle bollette luce e gas. I consumatori sono quindi costretti a guardarsi intorno allo scopo di confrontare le offerte luce e cercare  quella più consona alle loro abitudini di mercato.

Infatti, i costi non dipendono soltanto dal numero dei componenti del nucleo familiare, ma anche da altri fattori. Inoltre, per ridurre il costo bolletta, non basta trovare l’offerta migliore, ma occorrono alcuni accorgimenti e cambiamenti nelle abitudini di consumo.

Scegli l’offerta luce adatta a te

Certamente, il primo passo per risparmiare sull’elettricità è quello di trovare l’offerta più adatta alle proprie esigenze quotidiane. Nel mercato energia si possono individuare due tipologie di offerte: monoraria e bioraria. Non si può consigliare a priori una o l’altra offerta, la scelta dipende dai parametri soggettivi di consumo. Infatti, a seconda delle abitudini di consumo familiare può essere conveniente sottoscrivere una tariffa monoraria oppure una tariffa bioraria. In ogni caso si possono individuare delle tipologie di consumatori per cui è adatta una, ed altri per cui è consigliabile scegliere l’altra:

  • tariffa bioraria: è un’ottima scelta per i privati che consumano più energia la sera e nei weekend, come ad esempio i lavoratori che lavorano tutto il giorno e tornano a casa soltanto la sera. Come si può intendere, questa tariffa prevede due fasce orarie: di giorno e di sera. Solitamente, la tariffa giornaliera è più cara di quella serale:
  • tariffa monoraria: prevede una sola fascia per tutti gli orari del giorno e tutta la settimana. Questa tipologia di tariffa è consigliata soprattutto per le aziende e gli uffici, che consumano tanta energia durante il giorno.

Una volta scelta la tariffa e trovato il fornitore energia elettrica più adatto alle tue esigenze, è opportuno consultare le opinioni online dei clienti nei portali di recensioni, così da comprendere la qualità dei servizi dell’azienda. 

Controlla il consumo degli elettrodomestici di casa

Gli elettrodomestici con una classe energetica più alta consumano di meno, ed alla lunga ti aiutano ad abbattere i costi della bolletta. 

Ad esempio, il frigorifero è uno degli elettrodomestici che consuma di più. Per cui, anche se si possiedono frigoriferi a bassa classe energetica, è possibile risparmiare sul consumo applicando alcune pratiche virtuose. La più importante è la scelta della temperatura. Se  la temperatura è impostata a un livello troppo basso o troppo alto, i consumi aumentano perché il motore dell’apparecchio sforza di più. per avere un consumo sostenibile, dovresti impostare la temperatura a  un livello medio, che permette al frigorifero di funzionare bene senza consumare troppo. 

Un altro elettrodomestico che consuma molto è il forno a microonde. In questo caso, il miglior modo per risparmiare è quello di acquistare un forno a microonde ad alta classe di efficienza energetica.

Acquista lampadine a basso consumo

Nonostante abbiano un costo d’acquisto più alto, le lampadine a basso consumo permettono di risparmiare parecchia energia ed hanno tantissimi vantaggi, soprattutto le lampadine a LED. Queste infatti: consumano poco, durano di più, non si scaldano troppo, lavorano a bassa potenza, e si accendono immediatamente anche a freddo.

Spegni completamente i dispositivi elettronici, non lasciarli in standby

I dispositivi in standby hanno consumi più alti di quando sono accesi. Ormai da diversi anni si consiglia di spegnere completamente gli apparecchi elettrici invece di lasciarli in modalità standby, allo scopo di risparmiare molta energia. 

Un altro elettrodomestico ad alto consumo è il condizionatore. La manutenzione costante del condizionatore, non aumenta soltanto la vita del device ma permette di consumare meno energia.