13/04/2021
Come fare i liquidi per la sigaretta elettronica

Come fare i liquidi per la sigaretta elettronica

La comunità dello svapo riguarda tanto la personalizzazione e l’individualità quanto il buon gusto delle scelte. Che tu sia nuovo alle sigarette elettroniche o che stia svapando da un po’, alla fine potrai trovarti a desiderare di provare nuovi sapori. Coloro che hanno svapato per molto tempo potrebbero essersi stancati di dover spendere regolarmente denaro in liquidi per ricaricare le loro sigarette elettroniche. Alcuni poi potrebbero avere la curiosità per sapori mai provati prima e questo potrebbe essere il momento giusto per imparare l’arte di creare un liquido personale. Contrariamente a quanto può sembrare, fare liquidi per le sigarette elettroniche in casa è in realtà un processo non troppo complesso, anzi può rivelarsi sia economico che divertente. Vengono utilizzati ingredienti appositi, con infinita flessibilità e personalizzazione. Allora assicurarti di avere gli ingredienti e gli strumenti adeguati per mescolare. Sebbene la chimica coinvolta sia di base e non implichi particolari conseguenze, è comunque necessario praticare il tutto con la corretta sicurezza.

Cosa occorre per preparare i liquidi per la sigaretta elettronica

Preparare l’e-liquid è un hobby sempre più popolare ed è persino diventato necessità per molti svapatori. Inoltre, questa è spesso la soluzione creativa per ottenere non solo un’aroma originale, ma anche quello più adatto ai tuoi gusti personali. Il liquido finale, utilizzato per le sigarette elettroniche, è una semplice miscela di alcuni elementi base. Questi sono essenzialmente glicole propilenico (PG), glicerina vegetale (VG), acqua distillata oppure vodka, aromi vari, con la possibilità poi dell’aggiunta di nicotina. Il processo richiede dunque ingredienti specifici e poche attrezzature. Tuttavia non sarà per forza necessario utilizzare tutti questi ingredienti insieme, dal momento che la soluzione liquida potrà ad esempio essere preferita anche senza nicotina. Come punto di partenza avrai bisogno di una base liquida, in altre parole glicerina vegetale e glicole propilenico: i due ingredienti più importanti per un e-liquid. Il glicole propilenico è un composto chimico organico, incolore e inodore utilizzato in una varietà di prodotti tra cui tabacco, alimenti e altro. È anche usato in alcuni medicinali che possono essere inalati, iniettati nel flusso sanguigno, usati per via orale oppure topica. Circa il 50% di questo prodotto basterà nella miscela. La glicerina vegetale, invece, è simile al glicole propilenico, ma è un estratto liquido naturale derivato dalle verdure, è più viscosa e ha una leggera sfumatura dolce. Inoltre è utilizzata in alimenti, succhi di frutta e persino cosmetici. Sarà necessario il 40% circa di glicerina vegetale. La maggior parte dei composti utilizza sia PG che VG, poiché ognuno conferisce caratteristiche uniche al prodotto finale. Acqua distillata oppure vodka vengono generalmente utilizzate per diluire il composto ottenuto. Gli aromi per e-cig da aggiungere sono disponibili in un’ampia varietà, ma per una migliore degustazione di e-liquid si consiglia di utilizzare aromi realizzati appositamente per l’inalazione invece di utilizzare gli aromi alimentari comunemente usati. Mentre il solito mix richiede circa il 10-20% di aromi, alcuni sono abbastanza forti da richiedere solo il 5%. Se vuoi puoi provare gli aromi Vape Shot per sigarette elettroniche della Vapr, marchio italiano con un’ampia gamma di aromi fruttati, cremosi o tabaccosi. Infine, la nicotina è facoltativa, quella che sceglierai di inserire dipende solo dal tuo livello di nicotina preferito. Per misurazioni accurate, procurati una siringa separata per ogni tipo di ingrediente e usa dei guanti per evitare il pericoloso contatto di alcuni elementi con la pelle. Per i tuoi primi esperimenti, acquista una selezione di bottiglie di plastica e poi delle bottiglie per la conservazione del prodotto.

Miscelazione dei liquidi per la sigaretta elettronica

Una volta che tutti gli ingredienti richiesti sono pronti, il resto della ricetta diventa immediato. Mescolare gli ingredienti nelle bottiglie e agitare bene. Le ricette possono indicare gli ingredienti in volume oppure peso. La miscelazione a peso avverrà con l’utilizzo di una bilancia, ogni ingrediente viene introdotto nella miscela pesandolo e tenendo conto del suo peso specifico. Assicurati di utilizzare un calcolatore di e-juice che tenga conto di questi valori. Invece, la miscelazione in base al volume prevede la misurazione di ogni ingrediente con l’uso di un ampio set di siringhe. È il metodo più facile per un principiante, ma è anche meno accurato. Le calcolatrici sono essenziali quando si mescola in base al volume. Per la preparazione dei liquidi puoi seguire le ricette (se vuoi puoi usare una guida ai liquidi fai da te con le percentuali). Infine, mettere il liquido in infusione sarà una scelta personale. La maggior parte dei liquidi creati avrà però un sapore migliore dopo l’infusione, anche perché la maggior parte dei mix necessita di una certa quantità di tempo per consentire ai sapori di fondersi e stabilizzarsi efficacemente. Sii consapevole di quanto sono potenti i tuoi concentrati: la potenza varia anche in base agli aromi utilizzati.