05/12/2020
Come farsi aiutare in cucina

Come farsi aiutare in cucina

“La cosa migliore che puoi regalare agli altri è il tuo tempo!”, mai citazione fu più adatta a descrivere il momento in cui viviamo. Si vive di corsa, e talvolta viene a mancare il tempo, appunto, per per svolgere le nostre attività quotidiane.

Soprattutto in cucina, il tempio di tutte le casalinghe disperate e no, affannarsi alla ricerca di un valido aiuto risulta davvero ostico, perchè di contro bisogna fare i conti con la voglia di sperimentare sempre nuove ricette, di mettersi alla prova, stimolate anche dai vari chef Master che imperversano in tv. E’ quasi naturale, a tal uopo, possedere una macchina per impastare , per esempio, capace di ridurre i tempi di preparazione per qualsiasi ricetta.

La macchina per impastare è uno strumento idoneo ad amalgamare e montare tanti ingredienti.
Il suo è un utilizzo antico, risale ai primi anni del novecento, quando fu introdotto nei laboratori alimentari , specie nell’ambito della pasticceria e nella produzione del pane.

Con il tempo il suo impiego è stato allargato all’uso casalingo diventando uno strumento essenziale in ogni cucina che si rispetti.

Quanti modelli ci sono?

Esistono in commercio allo stato attuale, vari modelli distinti in base alle loro funzioni ed alle loro dimensioni. E’ utile cercare di venire a conoscenza di tutte le novità e dei vantaggi di cui vorreste usufruirne, prima dell’acquisto, offerte e vantaggi di cui parla in maniera approfondita il sito www.miglioreimpastatrice.it.

E’ bene effettuare un distinguo in base alla loro funzione, al target di utilizzo, in base all’uso domestico o professionale che sia. Per quel che riguarda il funzionamento, si suddividono in tre categorie: impastatrice a forcella, a spirale e a braccia tuffanti, e le impastatrici planetarie.

Che funzioni hanno?

Per chi si cimenta spesso nella preparazione di pane, pizza e dolci la migliore impastatrice è la Planetaria. Essa funzione tramite un movimento di rotazione che la frusta compie sia intorno al proprio asse che al punto centrale della ciotola, ricordando appunto i movimenti dei pianeti.
Grazie a tutti gli utensili in dotazione, quali: la ciotola, la pala di miscelazione, la frusta a filo, quella a foglia ed il gancio ad uncino; la Planetaria può lavorare tutti i tipi di impasto come la pasta frolla, preparare la ciambella, la meringa, o la pasta fatta in casa.

Nata per la pasticceria e per lavorare grossi quantitativi può essere da banco, da terra e a colonna e viene utilizzata non solo per uso casalingo ma anche per quello professionale.
Quasi tutte le Planetarie hanno una struttura in acciaio che la rende resistente agli urti e durevolezza nel tempo, motore e potenza tali da consentirne un uso continuo e frequente.

Alcuni modelli di planetaria possiedono dieci velocità da scegliere in base alla ricetta che si intende realizzare, essa però va aumentata in maniera graduale e progressiva senza mai eccedere.
Le Planetarie più innovative sono delle vere e proprie “cooking machine” essendo in grado di cuocere ad induzione.
E’ veloce e versatile , infatti è sufficiente cambiare la frusta o aggiungere altri accessori per poter montare, tritare, insaccare, affettare e grattugiare.

Considerazioni finali

La migliore impastatrice è quella a te più adatta.

Forse è questa l’unica verità a cui fare riferimento. Quando si sceglie quale impastatrice acquistare bisogna tener presente solo ed esclusivamente quale è l’uso che intendiamo farne.
Il must del momento è quello di non sprecare tempo prezioso, di ottimizzare al meglio il nostro tempo senza affanni e senza commettere errori.

Ecco perchè avere a disposizione una impastatrice che ti permetta di realizzare le ricette più disparate è davvero. La migliore impastatrice non necessariamente deve avere un prezzo più alto delle altre. Non è il costo a fare la differenza, bensì la sua manualità, la capacità di facilitare al meglio ciò che desideri realizzare.

Bisogna stare attenti alle caratteristiche tecniche dell’elettrodomestico, oltre alle proprie abitudini e la quantità di preparazioni che si intende effettuare.
Se si desidera farne un uso sporadico è bene indirizzarsi verso una impastatrice meno costosa. L’importante è che soddisfi i propri bisogni.