29/11/2022
Curare la presenza aziendale sui social può migliorare gli affari di un brand

Curare la presenza aziendale sui social può migliorare gli affari di un brand

Utilizzare un social sembrerebbe essere alla portata di tutti. Eppure la comunicazione di marketing su queste piattaforme potrebbe non essere così semplice.

Sono sempre di più i brand presenti sui social media, ma quanti possono vantare una presenza attiva su queste piattaforme? E quanti di loro sono semplicemente presenti?

La realtà è che non ci si può aspettare molto da questi canali quando si pubblicano contenuti a caso o si fa qualche menzione sperando che qualcuno finisca sul proprio profilo. Infatti, una strategia di successo ha bisogno di una struttura e di un piano di comunicazione ben definiti. Non si raggiunge il successo social di McDonald’s per caso. Allo stesso modo, c’è un motivo per cui i post di GoPro su Instagram ricevono centinaia di migliaia di “mi piace”.

Sebbene si stia parlando di aziende con budget praticamente illimitati, i principi che utilizzano per creare una presenza social possono essere replicati da quelle di tutte le dimensioni. Programmare una strategia ben definita e sfruttare la conoscenza dei software per la gestione contemporanea delle piattaforme, ad esempio imparando a usare Postpickr come social media tool, o altri software simili, può fare la differenza tra una comunicazione di successo e un totale fallimento.

Comunicazione social: la chiave del successo di una strategia di marketing sta nella sua pianificazione

Aprire un profilo aziendale è un’operazione molto semplice. Tutti noi usiamo i social media nella nostra vita quotidiana, quindi ci sentiamo a nostro agio con questi strumenti. Creare una pagina Facebook per la propria attività, iniziare a postare su Instagram o comunicare su Twitter non costa nulla ed è molto facile.

Ma prima di buttarsi a capofitto nella pubblicazione di contenuti è necessario ricordarsi che una strategia di marketing efficiente inizia sempre con un buon piano. Gli strumenti social sono certamente gratuiti, ma il tempo e gli sforzi necessari per gestirli rappresentano comunque un investimento per la propria attività.

Senza un piano, non è possibile avere chiaro ciò che si sta cercando di raggiungere e ciò significa che non c’è modo di sapere se si sta ottenendo un ritorno economico dalle risorse investite. Prendersi il tempo necessario per creare un calendario editoriale assicura che tutti i gli sforzi vadano a supportare gli obiettivi aziendali definiti.

Scegliere i giusti canali sui quali essere presenti è un altro degli aspetti di cui è necessario tener conto. Esiste infatti un gran numero di piattaforme diverse ma, con tutte queste opzioni, come fa un’azienda a scegliere quelle giuste? Il consiglio della maggior parte degli esperti è di iscriversi ai più popolari ma la decisione dipende anche dal pubblico e dagli obiettivi che si vogliono raggiungere.

Un’altra strategia è quella di creare contenuti diversificati. Come in altre aree del marketing online, è sempre utile pubblicare materiale di valore. Per questo motivo è necessario assicurarsi di postare regolarmente e di offrire informazioni veramente preziose che i clienti potranno trovare interessanti. Notizie locali e di settore, dati e approfondimenti, sondaggi, domande e concorsi possono essere degli esempi. Ma ciò significa anche sfruttare la varietà di formati che i social media offrono, tra cui immagini, video, storie, live stream, negozi online e altro ancora.

I social media tool sono in grado di rendere più efficace la comunicazione di marketing aziendale

La maggior parte delle aziende arriva a un punto in cui deve decidere se investire in uno strumento di gestione dei social media. In genere, questo avviene quando sono attive su più canali e cominciano a essere sopraffatte dalla complessità della loro organizzazione.

Uno strumento di gestione dei social media può rivelarsi un ottimo investimento ed esistono alcuni motivi per cui vale la pena investire in tool di questo tipo.

1. Permettono di gestire più account social

La gestione degli account sui social media può diventare complessa molto rapidamente quando si inizia a far crescere la presenza aziendale su più reti. Diversi login da ricordare, diverse interfacce utente da padroneggiare. Inoltre, i social network sono stati costruiti prima di tutto per i consumatori.

Come azienda, nessuno di questi aspetti può semplificare la vita del proprio Social Media Manager. È qui che si rivela utile uno strumento di gestione dei social media. Questo tool permette di ridurre il numero di accessi a un solo login, di avere un’interfaccia utente unificata e di disporre di funzioni mirate per le imprese. In parole povere, si tratta di un software pensato per la gestione aziendale dei social media.

2. Assicurano di non dimenticare mai qualcosa di importante

Se si dimentica di aprire una notifica del proprio migliore amico su Instagram che dice di guardare un video divertente, è probabile che il mondo non finisca. Tuttavia, perdersi un messaggio o una menzione importante da parte di un cliente, potrebbe comportare una perdita di denaro, di relazioni, ecc.

Uno strumento di gestione dei social media renderà quasi impossibile dimenticare una notifica rilevante come questa. Inoltre, consente di contrassegnare gli elementi completati, di etichettarli per una lettura successiva e di effettuare ricerche per parola chiave. Questa combinazione rende difficile perdere qualcosa di importante e ciò è un’ottima notizia per le aziende. 

3. Rendono possibile programmare i post in anticipo

Le aziende che hanno una strategia di social media marketing ben definita e un calendario editoriale efficace hanno molte più probabilità di successo di quelle che invece non ce l’hanno. È fondamentale identificare gli obiettivi che si spera di raggiungere, così come il tipo di contenuti necessari per ottenerli.

Uno strumento di gestione dei social media permette di programmare in anticipo i post e in questo modo sarà molto più facile visualizzare ciò che verrà pubblicato e allinearlo con i propri obiettivi. Inoltre, programmare i post è sicuramente meglio che doverli postare manualmente.

La comunicazione digitale è in continuo mutamento e tenere il passo con i tempi potrebbe essere decisivo per il business aziendale

Nonostante per le aziende sia fondamentale essere presenti sulle piattaforme digitali, è bene ricordare però che nulla rimane uguale a lungo quando si parla di comunicazione sul web.

Queste sono solo alcune linee guida generali ma ce ne sarebbero molte altre. L’esperienza e le percentuali di successo nell’uso dei social media per la propria azienda variano poi da caso a caso. Si tratta più di un’arte che di una scienza, e l’evoluzione degli algoritmi e della tecnologia (oltre alle necessità degli utenti) sono in costante mutamento.

Mantenere il passo con le varie piattaforme, trovando ogni giorno più cose da postare, può essere estenuante. A volte, prendersi un po’ di tempo per osservare e analizzare ciò che fanno le altre aziende può essere una strategia per rivalutare quali tipi di post sono più adatti alle proprie necessità. Il modo migliore per assicurare il successo della propria campagna di comunicazione è pensare attentamente prima di postare e valutare costantemente ciò che si pubblica e le proprie attività online in generale.