04/12/2021
Inventarsi un lavoro: 6 consigli + 1 per guadagnare dalle tue passioni!

Inventarsi un lavoro: 6 consigli + 1 per guadagnare dalle tue passioni!

Nella vita, a volte, capita di doversi reinventare. Le ragioni per cui questo accade possono essere davvero le più disparate: una relazione che finisce, un trasloco in una nuova città o, cosa abbastanza frequente, un rapporto di lavoro che giunge al capolinea, costringendoci all’improvviso a cambiare rotta.

Ritrovarsi – a venticinque, a trenta, come a cinquant’anni – senza un impiego, per alcune persone, è un’esperienza assai traumatica. La routine che ci ha accompagnato per diversi anni viene meno, le giornate sembrano interminabili e, dopo un paio di colloqui andati male, è facile abbandonarsi allo sconforto.

Dunque, qual è la soluzione? Sforzarsi di non vedere tutto nero è solamente il primo passo. Quello successivo, infatti, è cercare di trasformare un momento difficile in un’occasione per riflettere, guardarsi dentro e ricominciare da zero, ma con un livello di consapevolezza ben superiore rispetto al passato.

Ecco, quindi, sei consigli + uno per reinventarsi con un nuovo lavoro!

1) Metti al centro i tuoi interessi

Se, finora, sei passato da un impiego all’altro, senza trovare mai qualcosa che facesse davvero al caso tuo, beh… è arrivata l’ora di cambiare atteggiamento.

Metti al centro i tuoi interessi, le passioni che coltivi nel tempo libero, le attività nelle quali riesci meglio e che ti permettono di emergere rispetto alla media.

2) Non aver paura di rischiare

Ti sei sempre immaginato a capo di una ditta o di uno studio, ma non hai mai trovato il coraggio per lasciare un posto sicuro e tentare strade alternative?

Oggi che non sei più legato al tuo precedente lavoro, puoi finalmente scommettere sulla tua carriera, anche a costo di assumerti qualche rischio.

3) Fa’ qualcosa di utile per gli altri

Fare qualcosa di utile per il prossimo è l’ingrediente segreto di ogni business di successo. Del resto, se pensi ai prodotti o servizi che hanno ottenuto maggiore riscontro da parte del pubblico, puoi notare che si tratta di soluzioni che, in piccolo o in grande, hanno contribuito a migliorare la nostra quotidianità.

4) Distinguiti dalla concorrenza

Per distinguersi dalla massa, non è detto che sia necessario presentare qualcosa di completamente innovativo, originale o ultramoderno.

Se punti ad un settore già “collaudato” (come, ad esempio, l’abbigliamento da donna o la gastronomia), ti basta individuare e valorizzare i tuoi punti di forza.

5) Impara a raccontare il tuo progetto

Attenzione: non ti stiamo suggerendo di diventare un perfetto venditore, né che dovrai convincere con ogni mezzo i tuoi futuri clienti. Ciononostante, imparare a “raccontare” i propri progetti, utilizzando una comunicazione mirata e coinvolgente, è un elemento fondamentale per lasciare il segno.

6) Apprendi dal passato, punta al futuro

La società è in uno stadio di continua evoluzione: per questo ogni aspirante imprenditore o professionista dev’essere tanto in grado di apprendere dalle esperienze e dagli errori passati, quanto di proiettarsi con la mente nel futuro.

L’obiettivo, quindi, è cogliere le tendenze e, soprattutto, giocare d’anticipo.

7) Comincia nel migliore dei modi

Partire in modo ottimale vuol dire ritrovarsi con un buon margine di vantaggio sul lungo tempo. Dunque, nel tuo caso, è importantissimo pianificare obiettivi, azione e strategie, compilando un business plan con l’aiuto di un esperto.

Non dimenticare, poi, che un’attività stabile, portata avanti con regolarità sul medio-lungo termine, richiede improrogabilmente l’apertura della Partita IVA ed il disbrigo di tutti gli adempimenti connessi ad essa, descritti nel dettaglio in questo precedente articolo. Oggi, a tal proposito, gestire la fiscalità è semplicissimo grazie alla piattaforma Fiscozen: un vero e proprio “consulente virtuale”, al tuo fianco per qualsiasi dubbio o esigenza.