23/06/2021
L'importanza del calcolo della portata aspirazione

L’importanza del calcolo della portata aspirazione

Cosa si intende esattamente per calcolo della portata di aspirazione? Perché è così importante quando si acquistano ventilatori industriali? Ecco tutto quello che bisogna sapere sull’argomento.

Calcolo portata aspirazione: che cos’è?

La scelta di un ventilatore industriale non è così semplice come si potrebbe pensare, in quanto non basta acquistare un modello qualsiasi. A questo riguardo si parla di dimensionamento dell’aspirazione industriale, proprio con rifermento all’installazione di ventilatori che devono essere adatti alle esigenze specifiche.

Un ventilatore industriale deve scelto non soltanto tenuto conto del fattore prezzo, ma dopo aver eseguito un accurato calcolo della portata di aspirazione (come spiegato qui https://ventilazionesicura.it/impianto-aspirazione-industriale/), in modo che tutti i fumi e le polveri presenti nell’ambiente di lavoro possano essere effettivamente catturati e rimossi.

A questo riguardo un parametro molto importante è anche la velocità di captazione che deve avere l’aria per poter catturare gli agenti inquinanti e condurli all’interno della cappa di aspirazione. In questo caso bisogna tenere conto non soltanto del tipo e della quantità degli inquinanti, ma anche da come vengono generati. Si pensi alle polveri che vengono prodotte dall’attività di smerigliatura: queste vengono aspirate secondo una determinata velocità di aspirazione.

Dimensionamento tubo cappa aspirante

L’impianto di aspirazione deve essere progettato su misura, considerando le specifiche esigenze di produzione. Tale impianto dovrà anche essere anche efficiente, ovvero realizzato in modo tale da ridurre quanto più possibile i consumi e per questo viene spesso consigliato di circoscrivere la zona in cui si generano inquinanti con dei pannelli, così da limitare le correnti d’aria che potrebbero alterare il corretto funzionamento delle cappe.

La portata di aspirazione deve essere calcolata per ogni singola cappa, tenendo conto della velocità di captazione e usando l’equanzione di “Della Valle”. Il valore ottenuto permette di sapere la portata di aspirazione che l’impianto dovrà garantire, ma non basta. Bisogna anche considerare la perdita di carico nel complesso. Il tutto tenendo conto che il medesimo tubo potrebbe avere differenti coefficienti di perdite differenti.

Su internet si trovano diverse tabelle per il calcolo delle perdite ma che tuttavia non offrono indicazioni molto precise. I valori indicativi possono andar bene nel caso di tubi orizzontali, privi di curve, raccordi e innesti, in cui non si verificano turbolenze e bisogna fare i conti solo le superfici non completamente lisce che creano attrito e influenzando così la velocità dell’aria. Il discorso cambia infatti in caso di perdite di carico concentrate. Ecco, quindi, che il conteggio deve avvenire in maniera precisa perché ogni errorre potrebbe costare molto caro e creare problemi alla produzione nel complesso.

Calcolo impianto di aspirazione

Acquistare un ventilatore industriale, come visto, non è così semplice come si potrebbe pensare. Infatti non basta solo scegliere un modello performante e dotato di tutte le caratteristiche previste dalla legge. Non esiste in assoluto un ventilatore migliore di un altro, perché ciò che contano sono in definitiva le reali esigenze di produzione.

I tool che si trovano in rete possono offrire solo una panoramica approssimativa e servono per operare calcoli indicativi sulla portata e sulle perdite, quindi il margine di errore resta molto alto. Un impianto equipaggiato con una ventola che non assicura la portata adeguata finirà per generare svariati problemi, malfunzionamenti di ogni genere e blocchi al motore, senza contare i costi per i continui interventi di manutenzione.

Ecco perché prima di investire nell’acquisto di un ventilatore industriale è bene richiedere il parere di un esperto nel settore, proprio per evitare investimenti sbagliati. Grazie a un professionista sarà possibile bilanciare al meglio l’impianto di aspirazione, assicurando al contempo sempre una velocità minima per ottenere il massimo risulto, ma senza rinunciare al contenimento dei costi.