04/10/2023
Prestiti personali e prestiti finalizzati: quali differenze ci sono

Prestiti personali e prestiti finalizzati: quali differenze ci sono

All’interno del settore dei finanziamenti e dei prestiti solitamente si punta l’attenzione sulla distinzione tra due macro-categorie di prestiti, ovvero i finalizzati da una parte e non finalizzati dall’altra. Questi ultimi nel dettaglio spesso vengono denominati semplicemente prestiti personali e vengono richiesti senza la necessità di giustificare il proprio bisogno di liquidità, ovvero la destinazione della liquidità che si richiede in prestito.

Spesso si fa una certa confusione tra queste due tipologie di prestiti, specialmente quando non si conoscono bene le loro differenze e le loro caratteristiche principali. Vediamo allora quali sono le principali differenze tra i prestiti finalizzati e quelli personali, così da capire su quale tipo di prestito sei maggiormente orientato.

Prestiti personali, ovvero non finalizzati

I prestiti personali vengono denominati anche prestiti non finalizzati e sono finanziamenti nei quali la somma di denaro concessa può essere impiegata senza alcun tipo di giustificazione di spesa. Questi prestiti vengono concessi senza la necessità di giustificare la propria richiesta o motivare le spese che intendiamo affrontare con la liquidità che riceviamo in prestito. In questi prestiti, il denaro che si ottiene può essere quindi utilizzato in totale libertà dal debitore per i motivi personali più svariati, motivo per cui viene denominato per l’appunto prestito personale. Rispetto ai prestiti finalizzati sono quindi dei finanziamenti che concedono una maggiore libertà per il debitore e presuppongono molti meno vincoli rispetto a quelli previsti per i prestiti a carattere finalizzato.

Il prestito non finalizzato, a differenza di quello finalizzato, può essere richiesto direttamente ad una banca o ad una società finanziaria. Il creditore, dopo aver provveduto ad una valutazione della nostra domanda di prestito, e quindi della nostra pratica, deciderà di erogare la somma di denaro sotto forma di assegno circolare direttamente sul conto corrente del beneficiario. A differenza di ciò che accade nei prestiti finalizzati, quindi, in quelli personali il debitore riceve la liquidità direttamente all’interno del suo conto corrente e non passa in mano di una terza persona, come accade invece nei prestiti finalizzati.

Prestiti finalizzati: cosa sono

Se da una parte troviamo i prestiti personali, dall’altra ci sono quelli finalizzati. Sono finanziamenti che, come dice il loro stesso nome, prevedono un vincolo per sulla somma di denaro che si riceve in prestito, finalizzata per l’appunto all’acquisto di un bene o di un servizio particolare. I prestiti finalizzati prevedono la presenza di un rivenditore denominato dealer, che permette di dilazionare il pagamento relativo all’acquisto di un bene o di un servizio. Si tratta quindi di un contratto di convenzione che regola i rapporti commerciali che sussistono tra il dealer e l’istituto di credito o la banca che concede un prestito finalizzato.

Per la richiesta di un prestito finalizzato non sono previste delle garanzie reali come ipoteche o pegni. Tuttavia, in alcuni casi può essere richiesta la garanzia personale di un soggetto terzo, vale a dire il garante, che può fungere anche da coobbligato. Sia i prestiti finalizzati che quelli non finalizzati possono prevedere un rimborso con cessione del quinto oppure possono essere prestiti con delega di pagamento. Il prestito finalizzato può essere emesso per diversi scopi di utilizzo: ad esempio, esistono dei prestiti finalizzati per acquistare una casa oppure per acquistare una nuova auto, così come per affrontare spese mediche e chirurgiche.

Come trovare il prestito personale più adatto a te

Scegliere la soluzione di prestito personale più in linea con le proprie esigenze talvolta può richiedere molto tempo e un grande impegno. Bisogna anzitutto considerare la tipologia di prestito che si confà di più alle proprie necessità. Se abbiamo bisogno di acquistare un bene o un servizio specifico, allora potremmo fare richiesta di un prestito finalizzato, mentre se desideriamo essere più liberi nella nostra scelta di acquisto possiamo fare richiesta di un prestito personale. Bisogna inoltre considerare i tassi di interesse che spesso vanno ad incrementare in modo negativo le spese complessive previste per il rimborso di un prestito sia personale che finalizzato.