03/08/2021
Zanzariere il piano di detrazione fiscale nazionale

Zanzariere: il piano di detrazione fiscale nazionale

Il fenomeno delle zanzare e degli insetti è divenuto una problematica nazionale indipendentemente dalla zona in cui si vive o si lavora ragion per cui sempre più diffusa è la richiesta di installazione di zanzariere come pronta soluzione. Per venire incontro alle famiglie e agli imprenditori italiani il Governo ha deciso di introdurre la possibilità di detrarre in parte fiscalmente il costo. A seguire una piccola guida su cosa fare e come ottenere la detrazione fiscale sulle zanzariere (stando ai consigi di https://www.shark-net.com), importi, documentazione e l’importo spettante. Fatto salvo che quando si parla di detrazioni fiscali, le stesse riguardano determinate tipologie di zanzariere non certamente quelle semplici, per cui è necessario che le zanzariere possiedono i requisiti stabiliti nella normativa ai fini del rimborso.

Detrazione fiscale zanzariere: requisiti

Come si è anticipato nell’introduzione di questo articolo, per accedere alle detrazioni fiscali è necessario che le zanzariere abbiano determinati requisiti. In particolare, non può richiedere la detrazione chi installa zanzariere removibili, la detrazione è riservata solo a quelle fisse. Altresì è importante che le zanzariere acquistate siano certificate dalla Comunità europea e dunque siano munite del marchio CE. Infine aspetto tecnico, le zanzariere rispetto alla vetrata devono avere un valore inferiore ai 0,35, detto valore Gtot. Questo significa che la vetrata su cui si installa la zanzariera deve essere munita di un vetro doppio, dunque per avere accesso alle detrazione per chi non sia già fornito di vetri del genere, è doveroso modificare anche i vetri. La detrazione non è ammessa per piccole varianti.

Detrazione fiscale zanzariera: a chi spetta

La detrazione fiscale per le zanzariere può essere formulata da chiunque, privati e titolari di attività commerciali sempre purché si tratti di immobili già esistenti e non in costruzione, per questi ultimi la detrazione in questione non è attivabile. La detrazione fiscale può essere richiesta dal singolo o dal soggetto responsabile dei lavori a nome di più soggetti come nel caso dell’amminsitratore di condominio nel caso di installazione nelle aree comuni.

Detrazione fiscale zanzariera: come ottenere il rimborso

La detrazione non avviene in automatico ma va sottoposta a richiesta attraverso l’inoltro della fattura all’Enea, acronimo con cui si indica “l’ente nazionale operante nel settore energia e ambientale”. L’inoltro può essere effettuato telematicamente attraverso la pagina Ecobonus. La comunicazione va inviata da chi ha effettuato il lavoro quindi dal privato o nel caso di condomini dall’amministratore degli stessi a nome del condominio. Tuttavia, è consuetudine che le ditte che si occupano dell’installazione delle zanzariere prestino come servizio aggiuntivo l’inoltro della documentazione necessaria per accedere alla detrazione al fine di agevolare il cliente a richiedere il servizio.

Detrazione fiscale zanzariera: tempistiche e quantum detraibile

Nel trattare della detrazione fiscale delle zanzariere non avviene in automatico ma è necessario attivare un processo di inoltro documentazione che non può essere attivato fin da subito. Quanto alla tempistica, vi è un termine perentorio di 90 giorni dal collaudo ovvero dal verbale del collaudo e dichiarazione di conformità, documento che può stipulare la stessa ditta che si è occupata dell’installazione delle zanzariere. A seguito dell’inoltro della documentazione scatta il rimborso, tuttavia, in alcuni casi è possibile che si attivi un controllo dell’Agenzia delle Entrate per cui è opportuno sempre conservare tutta la documentazione tra cui verbale dichiarazione di conformità, fattura e ricevuta in originale di inoltro all’ENEA. Quanto al quantum, ovvero all’importo della detrazione fiscale sulle zanzariere il rimborso attualmente corrisponde al 65% del valore finale delle zanzariere. Attenzione fino al 65% da scalare sul prezzo originario.